Fumo e carcere: due problemi e una soluzione

Il secondo approfondimento della nostra serie “Salute e carcere” , realizzata insieme al Segretariato Italiano Studenti di Medicina, prende in riferimento il tabagismo. L’uso di sigarette in carcere è maggiore che all’esterno — perché danno un senso di libertà, perché aiutano la socialità, per la situazione di dipendenza di tanti detenuti. Eppure in tanti vorrebbero smettere. Cosa che farebbe bene sia a chi fuma sia ai tanti, compreso il personale, che subiscono gli effetti del fumo passivo in ambienti spesso poco aerati.

di Elio Gentilini e Francesco Franz

Credit: Inside Carceri, web-reportage realizzato da Antigone e Next New Media

Dal 1991 anni ci occupiamo di #Giustizia, di #Carceri, di #DirittiUmani e di #Tortura. Sostienici: http://www.antigone.it/sostieni

Dal 1991 anni ci occupiamo di #Giustizia, di #Carceri, di #DirittiUmani e di #Tortura. Sostienici: http://www.antigone.it/sostieni