Carcere di Monza: il diario del processo

Nell’agosto del 2019 un uomo contatta la nostra associazione segnalandoci delle violenze che avrebbe subito il fratello ad opera di alcuni agenti penitenziari. Da quel racconto è partito un nostro esposto e le successive indagini che hanno portato al rinvio a giudizio di 5 agenti. La nostra associazione è costituita parte civile e qui racconteremo il processo.

16 novembre 2021

Oggi si è celebrata la prima udienza dibattimentale del processo che vede imputati 5 agenti della polizia penitenziaria per lesioni aggravate, falso ideologico, violenza privata e abuso d’ufficio ai danni di un detenuto ristretto presso la casa circondariale San Quirico di Monza.
Antigone si è costituita parte civile ed è difesa dall’avv. Simona Filippi, mentre la parte offesa è assistita dall’avv. Tomaso Pisapia con l’avv. Carlotta Cherchi dello studio Pisapia di Milano. Il collegio giudicante ha disposto il rinvio al 2 marzo 2021, data in cui verranno calendarizzate le successive udienze e ammesse le prove.

Dal 1991 anni ci occupiamo di #Giustizia, di #Carceri, di #DirittiUmani e di #Tortura. Sostienici: http://www.antigone.it/sostieni

Dal 1991 anni ci occupiamo di #Giustizia, di #Carceri, di #DirittiUmani e di #Tortura. Sostienici: http://www.antigone.it/sostieni